Calendario Attività

Programma anno pastorale 2019-20

                                      Ricorda… e Ascolta…

In famiglia s’impara a Ricordare per rimanere in Ascolto.

Accogliendo il “compito” consegnatoci dal Vescovo in quest’ Anno Pastorale, con le coppie della Diocesi, vogliamo fermarci nei pomeriggi di spiritualità, per parlare di Accompagnamento. Rileggendo le pagine del libro del Deuteronomio, accogliendo la metodologia che in esso è presente. Vogliamo riflettere in modo particolare sulle due parole chiave del libro ossia: Ricorda e Ascolta; La famiglia come luogo di Ricordo di mette in ascolto.

Dio si è fatto compagno di cammino nei 40anni nel deserto, nella terra promessa attraverso Mosè con il resto d’Israele, invita a ricordare come Lui li ha accompagnati e si è preso cura di loro. Nella vita coniugale c’è un esodo nella ricerca dell’altro e poi una terra Promessa che è il Matrimonio che non si può vivere senza Ricordare il cammino…

 

1a proposta: Incontri di spiritualità coniugale:

Ci diamo appuntamento, nel pomeriggio, ogni terza domenica di ogni mese, al cenacolo S. Giuseppe di Torremaggiore, per un tempo di riflessione (ore 16.30 – 18.30) per concludere (ore 19.00) con la Celebrazione Eucaristica.

  1. Domenica 20 ottobre

ASCOLTA! Dt. 5,1-22

Un ascolto a 360° (ascoltare la Parola e la Vita), ascoltare la Parola ma anche la propria coscienza, ascoltare gli altri con aperture mai preclusive o pregiudizievoli. Un ascolto per annunciare a 360°, senza imposizioni, né voglia di proselitismo, ma rendendo attraente la modalità di vivere della coppia cristiana che ascolta, discerne e annuncia il “nuovo” che è nel Vangelo, ricordando ciò che abbiamo ricevuto ma contestualizzandolo nel tessuto sociale che ormai possiamo definire post-cristiano e utilizzando le moderne tecnologie.

  1. Domenica 24 novembre

AMA! Dt 6,4-25

Il testo sembra faccia riferimento a cosa ascoltare e cosa annunciare: una lunga e decisiva storia di amore, che accolta e vissuta ha come fine la realizzazione di un mondo, prima quello della famiglia e poi quello circostante, più abitabile per tutti. Una modalità per realizzare questa finalità è seguire i nuovi stili di vita laddove si presentano nuovi modi di vivere i rapporti con le persone (Cfr  A. Sella, Miniguida dei nuovi stili di vita;  Papa Francesco, Laudato si) .

  1. Domenica 15 dicembre

RICORDA! Dt 8,1-6

Nell’esperienza dell’annuncio la modalità del “Raccontare e raccontarsi” è vincente perché non procede in modo cattedratico o per definizioni…ma presenta la vita come luogo di crescita…e nel racconto il “ricordare” è fondamentale. Ricordare il cammino personale e di coppia con l’attenzione a non nascondere le ferite, le lacerazioni che da motivo di criticità possono diventare opportunità e per questo oggetto riflessione.

  1. Domenica 12 gennaio

BENEDICI! Dt 8,7-20

Benedizione e di Ringraziamento  insieme a quei doni inaspettati o comunque non compresi come tali considerando, come spesso accade, frutto di casualità o di conquiste personali della coppia o semplicemente qualcosa legata alle nuove scoperte scientifiche e tecniche, per non parlare poi di cambiare con la categoria della pretesa ciò che è solo dono: la vita, quel tesoro che noi possiamo dare per volontà del Creatore ma di cui non potremo mai essere padroni perché non possiamo darcela.

  1. Sabato 1 febbraio GIORNATA  PER  LA VITA 

Tema: Figli da accompagnare: “adolescenza tempo per ascoltare…ricordando”
Incontro-testimonianza con..(……  . ……)
(in collaborazione con Ufficio Diocesano di Pastorale Giovanile)
Sala Opere parrocchiali parrocchia Madonna della Divina provvidenza, ore 20.00

        Domenica 15 marzo

DIGIUNA! Dt.9,7-21

Il Testo ci vuol far riflettere sul Digiuno considerato nel suo significato più pieno, scoprire qual è la nostra vera fame, di cosa ci nutriamo, di cosa viviamo… questo tema vuole aiutarci ad ordinare i nostri desideri, distinguere ciò che è autenticamente essenziale da ciò che è superfluo. Digiuno considerato non come il privarsi di qualcosa ma come arricchimento della propria esistenza attraverso rapporti belli con le cose e le persone. Digiunare è imparare la virtù della temperanza e la moderazione degli “appetiti”, è imparare a disciplinare le nostre relazioni con gli altri, con la realtà esterna noi, con Dio, relazioni sempre tentati dalla voracità.  Finalità del digiunare è la solidarietà, il donare con gioia, la condivisione come stile di vita.

  1. Domenica 25- 26 aprile (week-end fuori casa)

CAMMINA! Dt. 10,12-11,17

Altro verbo che esprime bene il senso della vita cristiana. I cristiani sono quelli della Via. Gesù camminava, incontrava, guariva, insegnava sulla riva del lago, chiamava…. Ai suoi discepoli dice: “Andate fino ai confini della terra”…“Strada facendo guarite i malati, cacciate i demoni…predicate dicendo: il Regno di Dio è vicino a voi”.  Camminare è il verbo che indica come vivere: noi non siamo dei sedentari ma donne e uomini in cammino, stranieri, ospiti, abitatori di Tende… Ma il nostro camminare non è un girovagare ma un andare verso una meta: i confini della terra con la responsabilità di sapere che se il Vangelo non arriva da qualche parte, noi non possiamo dire di non essere responsabili; andare con la mente ed il cuore aperti, con la certezza che chiunque incrociamo è nostro prossimo.

 Domenica 24 maggio

NON INDURITE PIU’LA VOSTRA CERVICE(nuca)! Dt.10,16-22

Non intestardirsi nelle proprie convinzioni, nel fare come abbiamo sempre fatto…ma saper dialogare ascoltando prima di parlare.    Ma anche non indurire il cuore: aprire la casa, i confini dell’io e del noi…allargare gli orizzonti… Aperti alle novità senza farci bloccare della paura. Essere duri di cervice è una forma di idolatria… un peccato contro lo Spirito Santo che ci dice : vai , fidati, affidati.

 

2a proposta: Un’ora con Dio:

Appuntamento per la preghiera, in collaborazione con Ufficio Diocesano di Pastorale Giovanile e l’Ufficio Diocesano Vocazioni, per Famiglie e Giovani, presso la chiesa parrocchiale della Sacra Famiglia di san Severo, per ritrovarsi accompagnati da Dio e accompagnare. (In collaborazione con Ufficio Diocesano di Pastorale Giovanile).

“…se gli anziani non sognano,
i giovani non possono più vedere chiaramente l’orizzonte”.
(papa Francesco)

 

20 novembre ore 19,30    Comunione come… SANTITA’

11 dicembre ore 19,30    Comunione come…ACCOGLIENZA

26 febbraio ore 20,30     Comunione come…CONVERSIONE   
Liturgia penitenziale e imposizione delle Ceneri

4 aprile   ore 20,30        Condivisione della GMG

10 giugno  ore 20,30     Comunione come…EUCARESTIA

Adorazione Eucaristica in preparazione alla festa del Corpus Domini.

  • dalle 20,30 alle 21,30 animano i giovani
  • dalle 21,30 alle 22,30 animano le famiglie
  • dalle 22,30 alle 23,30 i sacerdoti i religiosi  e le religiose.

 Gli incontri saranno animati da padre Franco ANNICCHIARICO S.J.

Scarica pieghevole – Attività pastorale familiare 2019-20 pieghevole rifatto